Durc per ambulanti
Clicca qui per ingrandire l' immagine

 

Introdotte nuove norme in materia di commercio ambulante dal 1 dicembre 2011.

Il 01 dicembre è infatti entrata in vigore la legge di disciplina per l'obbligo di presentazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), da parte delle imprese esercenti il commercio al dettaglio su aree pubbliche.

Per le imprese già in attività l'obbligo di presentazione del Durc viene previsto entro il 31 Marzo 2012.

 

Si riporta di seguito parte del testo della LEGGE REGIONALE 28 novembre 2011, n. 63

 

 

Art. 8

 

Inserimento dell’articolo 40 bis nella l.r. 28/2005

1. Dopo l’articolo 40 della l.r. 28/2005, nel capo V bis, è inserito il seguente:

Art. 40 bis Obbligo di regolarità contributiva

1. I comuni svolgono in via telematica l’attività di verifica della regolarità contributiva ai fini del rilascio delle autorizzazioni di cui all’articolo 31 e nell’ambito dei controlli sulle segnalazioni certificate di inizio attività (SCIA) presentate ai sensi del medesimo articolo.

2. Entro il 31 marzo di ogni anno successivo a quello del rilascio dell’autorizzazione o della presentazione della SCIA, il comune, avvalendosi anche della collaborazione dei soggetti che partecipano alla concertazione locale ai sensi del regolamento previsto dall’articolo 22, verifica la regolarità contributiva dei soggetti abilitati al commercio su aree pubbliche.

3. Le imprese non ancora iscritte al registro delle imprese alla data del rilascio dell’autorizzazione o della presentazione della SCIA, o per le quali, alla medesima data, non sia scaduto il termine per il primo versamento contributivo, sono soggette alla verifica di regolarità contributiva decorsi centottanta giorni dalla data di iscrizione al registro delle imprese e comunque entro i sessanta giorni successivi.

4. La partecipazione a mercati, mercati straordinari, fiere, fiere promozionali e manifestazioni commerciali a carattere straordinario su aree pubbliche da parte di soggetti abilitati in altre regioni è subordinata alla presentazione del documento unico di regolarità contributiva (DURC) o della documentazione sostitutiva di cui all’articolo 40 ter, se tali documenti, nella Regione in cui si è ottenuto il titolo abilitativo, non costituiscono un presupposto per l’esercizio dell’attività di commercio sulle aree pubbliche.

5. La partecipazione da parte di imprese a mercati, mercati straordinari, fiere, fiere promozionali e manifestazioni commerciali a carattere straordinario è subordinata alla verifica di regolarità contributiva.

6. Le imprese abilitate all’esercizio di attività di commercio su aree pubbliche in forma itinerante sono tenute, nell’esercizio di detta attività, a disporre del documento unico di regolarità contributiva (DURC) o della documentazione sostitutiva di cui all’articolo 40 ter, da esibire a richiesta agli organi di controllo. Tale obbligo deve essere assicurato anche dagli operatori spuntisti in mercati e fiere della Regione.”.

 

 

Art. 40 ter

 

Verifiche presso l’INPS e documenti sostitutivi del DURC

1. Nei casi in cui il richiedente non è soggetto all’iscrizione all’INAIL, gli adempimenti di cui all’articolo 40 bis sono assolti mediante verifica della regolarità contributiva presso l’INPS.


torna in alto